Mangostano, moda o frutto benefico?

Mangostano, moda o frutto benefico?

Mangostano, moda o frutto benefico?

Il Mangostano è un frutto che indubbiamente sta facendo parlare di sè negli ultimi mesi, più che altro per la smodata vendita in Internet secondo la tecnica del Multi-Level-Marketing o vendita piramidale di un prodotto importato dagli USA che è stato anche criticato dalla rivista Altro Consumo. Dal nostro punto di vista questo tipo di vendita non valorizza nè il prodotto che comunque è una parte di succo di Mangostano diluita con NOVE succhi di frutta, e nè le proprietà che effettivamente questo frutto contiene.

Ecco perché, quando la ditta erboristica Sangalli ci ha presentato di recente il MangoSan succo di Mangostano puro al 100%, ci siamo subito interessati, se non altro perché sappiamo quanto loro lavorano seriamente e professionalmente da decenni.

La Garcinia Mangostana

Un frutto tipico del sud-est asiatico che si raccoglie da luglio a settembre nel periodo immediatamente precedente alla maturazione. Dal frutto di ottiene il succo che come sapore, colore e consistenza assomiglia al succo di pera, anche se meno dolce.

Il MangoSan ha un sapore molto gradevole, ma soprattutto è una fonte unica di preziose sostanze e principi attivi naturali fra cui:

  • polifenoli
  • potassio
  • calcio
  • fosforo
  • ferro
  • niacina
  • vitamine B1-B2-B6
  • vitamina C
  • 24 xantoni naturali, che possiedono molteplici proprietà farmacologiche, tra le quali quella antinfiammatoria e antiossidante.

Svariati studi (www.researchmangosteen.com) indicano il succo di Mangostano per le seguenti proprietà terapeutiche:

  • marcata azione antinfiammatoria
  • neutralizza i radicali liberi
  • supporta un sano sistema cardiovascolare
  • supporta la funzione articolare e della cartilagine
  • rinforza il sistema immunitario
  • mantiene la salute intestinale
  • sostiene l’organismo in generale

Benvenuto al Mangostano, soprattutto se puro e preparato rispettando gli elementi nutrizionali e i proncipi attivi, rendendoli pronti all’utilizzo senza l’aggiunta di additivi, nè coloranti, nè conservanti, nè “diluenti”, proprio come il MangoSan.

Update 10 gennaio 2011: si precisa, dopo colloqui con il titolare del laboratorio Sangalli, che il Mangosan è succo del frutto al 100%, dove con frutto si intende polpa e pericarpo.

Il succo di Mangostano lo trovate sullo Shop!

 

Articoli correlati

71
Commenti:

87 comments on “Mangostano, moda o frutto benefico?”

  1. Roberto Rispondi

    Il mangostano è un ottimo frutto, ma trovarlo puro al 100% mi sembra molto strano visto che quello che si vende su internet è diluito, ho scoperto e ora uso i suoi prodotti già da un anno la Agel enterprice, e ha un prodotto di nome EXO che ha come ingradiente il Mangostano e tantissimi altri frutti a buccia nera, e sono comunque notificati dal Ministero della Salute Italiana, diffidiamo da prodotti che non sono certificati.

  2. Deborah & Mauro Rispondi

    Ciao Roberto. Ti sembrerà strano ma, come scritto nell’articolo, il MangoSan è succo di Mangostano al 100%, non si scappa. Il discorso della notifica al Ministero della Sanità è implicito, è ovvio che un prodotto per essere messo in commercio deve essere notificato, su questo non ci piove.

  3. rama pilis Rispondi

    mi sono anch’io sorbettata xmesi,questa primavera riunioni della XANGO e bocce di mangostano che secondo loro, é l’unica autentica produttrice di mangostano in quanto gli xantoni sono contenuti nella BUCCIA non nel succo e,xfare tale estrazione ci vuole un brevetto depositato: IL LORO!poi le testimonianze di guarigione incredibili!!poi mi son stufata e passata ad altro!* HARIBOL*Rama

  4. Silvana Rispondi

    Il succo di mangotano venduto in Internet, tramite il Multi level marketing, contiene anche la buccia della mangostina, la quale è anche più ricca di principi attivi, ma è molto amara, per questo sono stati aggiunti altri succhi. Almeno questo è quanto mi è stato riferito dagli addetti.
    La mia non è una critica, ma una richiesta di maggiori chiarimenti. Non piace neanche a me la vendita multi-level, e se questro prodotto è altrettanto valido, sarò felice di cambiare.

    Silvana

  5. Deborah & Mauro Rispondi

    @Rama. Mi sono documentato e la Xango non è l’unica ditta che produce il Mangostano, allo stesso modo c’è Mandura e Vemma, entrambe con il tipo di vendita MLM. Come avrai letto nell’articolo, il prodotto che abbiamo nello shop è puro succo senza buccia, ma contiene lo stesso 24 Xantoni, quindi la buccia ne contiene una parte e non tutti, come magari cercano di fare intendere.

    @Silvana: stesso discorso, il succo venduto in Internet contiene anche la buccia che lo rende amaro, per questo devono diluirlo con i succhi di frutta. Mentre il solo succo ha decisamente un sapore più gradevole e per questo che non vi è nient’altro dentro. Chi è interessato non deve fare altro che provarlo e dire poi come si è trovato.

    • Lumachina58 Rispondi

      il solo succo ne contiene 24 di xantoni a bottiglia invece con la buccia ne contiene 43….do’ credito a Silvana perchè l’ho provato.

      • Mauro Recchia Rispondi

        No Lumachina, non è così. Se leggi tutta la discussione abbiamo detto che il succo MangoSan contiene sia la polpa che il pericarpo (o buccia), ma la miscela polpa-buccia è stata realizzata in modo da avere una percentuale di polpa maggiore rispetto alla buccia per non avere l’effetto “amaro” in bocca e non dover aggiungere altri succhi di frutta. Quindi il MangoSan ha sia polpa che una percentuale di buccia (e si vede anche ad occhio nudo). Ed in ogni caso, non è che solo provando un mangostano si sa quanti Xantoni ci sono, bisogna informarsi sulle analisi che la ditta fa sul prodotto.

  6. MANUELA Rispondi

    ciao se il succo e’ buono come il miele di manuka io e tommi lo vogliamo provare!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! baci baci

  7. Enrico Rispondi

    Buongiorno a tutti gli ignoranti, nel senso che ignorano e parlano o scrivono senza prima informarsi.

    Gli Xanthoni del mangostano in realta’ sono 53 di cui 50 nella buccia, di questi 50 quattordici sono sia nella polpa che nella buccia, e 3 sono presenti solo nella polpa, percio’ un succo di sola polpa di mangostano non puo’ avere gli stessi fitonutrienti che troviamo nel succo dell’intero frutto.

    vedi: http://www.ampersand.it/sintax/medical_properties_of_mangosteen.pdf

    Il succo Xango contiene l’intero frutto del mangostano ed essendo la buccia molto amara e’ stato necessario inserire dei concentrati di altra frutta per contrastare il gusto della buccia stessa, mantenendo comunque la concentrazione di mangostano oltre l’85% del contenuto della bottiglia.

  8. Deborah & Mauro Rispondi

    Buongiorno Enrico. E’ bello confrontarsi con chi dà degli ignoranti agli altri e pensa di avere la risposta pronta.

    Anche io ho letto che gli Xantoni sono presenti maggiormente nella buccia piuttosto che nella polpa, ma so anche che il numero di 24 non può essere stato sparato a caso da un laboratorio che lavora in assoluta serietà, se hanno detto che nel loro prodotto ci sono 24 Xantoni vuol dire che ce ne sono 24. Ho chiesto comunque lumi al titolare della Sangalli che sicuramente mi risponderà finite le feste e riporterò qui sotto la sua risposta. Buon Natale.

  9. Deborah & Mauro Rispondi

    Ecco il commento del titolare dei laboratori Sangalli, giusto per completezza:

    “Il nostro succo è del frutto intero compreso il pericarpo e quindi con tutti gli xantoni presenti anche nello Xango, in quantità superiore, visto che il nostro succo è puro al 100%.
    In realtà non c’è uno studio scientifico che “conta” gli xantoni. Si conosce la presenza di diversi tipi di xantoni, ma il numero non l’abbiamo trovato se non in interpretazioni bibliografiche.”

  10. Massimo Rispondi

    Buon giorno e buon anno,
    stamattina l’ho dedicata alla lettura di quello che avete scritto tutti e lo trovo interessante, il confronto con rispetto porta a far ragionare e questo mi piace.
    Una cosa mi viene da domandarvi, soprattutto a Deborah & Mauro e perche’ no’ al dottor titolare della Sangalli: … se il pericarpo del mangostano e’ cosi acido e impossibile da ingerire, mi domando come potete sostenere che il vostro succo e’ puro al 100% (frutto intero compreso il pericarpo). Avete mai assaggiarto il Noni??? Imbevibile. Bene se fosse come sostenete il vostro succo sarebbe almeno 100 volte piu imbevibile. Quindi immagino che sia per questo motivo che Xango inserisca al suo interno altra frutta per renderlo dolciastro.
    Poi, non e’ vero che Mandura produce lo stesso tipo di prodotto … il sistema di spremitura a freddo dell’intero frutto del mangostano e’ patentato da XanGo (XanGo’s Patent No 6,730,333), mentre mi riservo di rispondere su Vemma che a quanto pare sia vero avere un prodotto simile. Per quanto riguarda il succo di XanGo, il Ministero della Sanita’ non si e’ espresso, il succo e’ buono e fa bene il procedimento in atto riguarda il piano compensi e il sistema di arruolamento definito erroneamente dall’Anti Trust un piramidale. Sono convinto che in sede legale XanGo dimostrera’ di aver ragione, anche perche se cosi non fosse in italia si potrebbe dir addio a Amway, Herbalife, Tupperware, Satinhome e i sopra citati Vemma e Mandura … tutti gruppi che utilizzano il sistema di distribuzione diretta MLM. E sapete cosa vuol dire far uscire dall’Italia queste aziende??? Centinaia di milioni di euro che mancherebbero all’erario italiano.
    Grazie dell’attenzione e a presto.

  11. tina Rispondi

    sappiate che la normativa Italiana, non revede l’utilizzo di pericarpo (buccia) di mangostano negli integratori, infatti sul sito del ministero potete facilmente verificare che, emntre per il limone è indicato il pericarpo, nel mangostano tale indicazione non c’è.

    Pertanto, chi in italia vende succo di mangostano con pericarpo, lo fa eludendo una chiara norma del ns ministero!

  12. Deborah & Mauro Rispondi

    Ma anche Xango usa il pericarpo o sbaglio? Allora anche Xango è fuorilegge, ma come dice Massimo, alla fine la spunterà perche il MLM non deve morire? In che curioso Paese siamo…, comunque per chiarezza non sono contro il MLM in generale, ognuno fa il business che vuole e la gente è libera di scegliere, l’importante è la chiarezza ed è per questo che per rispondere a Massimo e tina abbiamo ri-chiesto lumi alla Sangalli perchè non siamo noi che sosteniamo che il succo è puro al 100%, noi riportiamo solo quello che i produttori riportano dei loro prodotti e quello che c’è scritto sulle loro etichette o schede tecniche.

    Ecco la risposta di Sangalli:

    ” La parte dolce della polpa veicola il pericarpo. Dubito ci siano leggi italiane che parlino di Mangostano, la comunità europea ha autorizzato la messa in commercio del succo di Mangostano da tempo senza specificare di quale parte del frutto. D’altra parte quando si parla di frutto si può intendere anche la buccia. I succhi di frutta normalmente vengono ottenuti con la buccia. Comunque volendo si può fare una foto al succo, mostrare che non è bianco e che che contiene dei piccoli granellini che son il pericarpo.”

    Una domanda a Massimo da parte mia che è solo per curiosità non avendo mai provato il Mangostano: per dire che il succo di Mangostano non è dolce, significa che lo si è assaggiato puro o ci si basa sul fatto che Xango & Co. giustificano la loro ricetta con succhi di frutta dicendo che senza il succo è imbevibile?

    Ho aperto la bottiglia di Mangosan un minuto fa e posso affermare che è dolce.

  13. Masrabe Rispondi

    Ciao Ragazzi, buon giorno … vedo che mi vengono fatte alcune domande … alla quale rispondo volentieri premettendo che voglio giudicare nessun prodotto ma le mia affermazioni si basano su informazioni prese qua e la’.
    Dici bene ” In che curioso Paese siamo …” detto tutto, penso non ci sia niente da aggiungere, se non che e’ l’unico paese civile dove tutti sognano di venire, ma nessuno ci vuole piu stare. L’unico paese che combatte, per far si che un frutto come il Mangostano, non l’abbia vinta contro le case farmaceutiche. Sapete quanto ha portato via XanGo al settore in un anno di attivita’??? 14 milioni di euro … sono cifre che fanno tremare. Immaginatevi la somma che viene fuori quando uniamo i fortunati consumatori di Mangosan o di Vemma per non parlare di altri prodotti naturali. Certo che e’ facile intuire che dal’alto ci sia qualcuno che spinge per fermare questa crescita.
    Per quanto riguarda il MLM , sono dell’idea che se in Italia si imparasse ad usare di piu’ l’economia ne trarrebbe dei benefici, possibile che debbano venire gli americani ad utilizzarlo a casa nostra?
    Parliamo ora del Mangostano: e’ esatto quello che dite sull’utilizzo del pericarpo nella purea del succo, in Italia non c’e’ ancora una normativa che lo vieti, mentre c’e’ in Germania, ma e’ una normativa che vieta l’utilizzo completo del pericarpo …mi spiego meglio … richiedono che prima di spremere il frutto venga sbucciato per almeno 2 mm, per abbassare lo spessore del residuo, quello che si deposita in fondo quando la bottiglia non viene utilizzata.
    Non capisco l’ultima domanda che mi viene posta, ma cerchero’ di dare una risposta … io ho assaggiato sia la polpa che il pericarpo … sono 2 sapori contrastanti, la polpa dociastra, buonissima e il pericarpo acidissimo, che lega e quasi anestetizza la bocca. Per questo motivo Xango, ha un prodotto che e’ 94% di purea dell’intero frutto Mangostano, 1% di acqua e per far si che sia bevibile e accettabile al palato un’aggiunta di un 5% di succo di Mela, Pera, Uva, Mirtillo, Fragola e Lampone.
    Per questo motivo mi permetto di affermare che e’ impossibile che un prodotto fatto al 100% di purea dell’intero frutto Mangostano senza aggiunta di qualche altra frutta dolce o prodotto chimico o naturale edulcorante possa essere gustosamente ingerito.
    Quindi se il Mangosan che avete aperto ed assaggiato e’ dolce, e non metto indubbio quello che mi dite, le risposte sono 2 :
    1 – non e’ 100% Succo di Mangostano
    2 – e’ stata scoperta una nuova Garcinia Mangostana con il pericarpo dolciastro.
    Con rispetto, la mia opinione e’ che la risposta giusta sia la prima.

    Dopo di che viva la Natura che ci ha regalato questo bellissimo frutto, e avanti tutti insieme per promuoverlo e consumarlo, di qualunque marca sia, fa bene, fa bene e fa bene per tutto e per tutti, alla faccia delle case farmaceutiche, da quando in famiglia si consuma, l’armadietto dei medicinali e’ piu’ che dimezzato, premetto mia moglie e’ farmacista.
    Un saluto a tutti.

  14. Masrabe Rispondi

    Ciao Ragazzi, buon giorno … vedo che mi vengono fatte alcune domande … alla quale rispondo volentieri premettendo che voglio giudicare nessun prodotto ma le mia affermazioni si basano su informazioni prese qua e la’.
    Dici bene ” In che curioso Paese siamo …” detto tutto, penso non ci sia niente da aggiungere, se non che e’ l’unico paese civile dove tutti sognano di venire, ma nessuno ci vuole piu stare. L’unico paese che combatte, per far si che un frutto come il Mangostano, non l’abbia vinta contro le case farmaceutiche. Sapete quanto ha portato via XanGo al settore in un anno di attivita’??? 14 milioni di euro … sono cifre che fanno tremare. Immaginatevi la somma che viene fuori quando uniamo i fortunati consumatori di Mangosan o di Vemma per non parlare di altri prodotti naturali. Certo che e’ facile intuire che dal’alto ci sia qualcuno che spinge per fermare questa crescita.
    Per quanto riguarda il MLM , sono dell’idea che se in Italia si imparasse ad usare di piu’ l’economia ne trarrebbe dei benefici, possibile che debbano venire gli americani ad utilizzarlo a casa nostra?
    Parliamo ora del Mangostano: e’ esatto quello che dite sull’utilizzo del pericarpo nella purea del succo, in Italia non c’e’ ancora una normativa che lo vieti, mentre c’e’ in Germania, ma e’ una normativa che vieta l’utilizzo completo del pericarpo …mi spiego meglio … richiedono che prima di spremere il frutto venga sbucciato per almeno 2 mm, per abbassare lo spessore del residuo, quello che si deposita in fondo quando la bottiglia non viene utilizzata.
    Non capisco l’ultima domanda che mi viene posta, ma cerchero’ di dare una risposta … io ho assaggiato sia la polpa che il pericarpo … sono 2 sapori contrastanti, la polpa dociastra, buonissima e il pericarpo acidissimo, che lega e quasi anestetizza la bocca. Per questo motivo Xango, ha un prodotto che e’ 94% di purea dell’intero frutto Mangostano, 1% di acqua e per far si che sia bevibile e accettabile al palato un’aggiunta di un 5% di succo di Mela, Pera, Uva, Mirtillo, Fragola e Lampone.
    Per questo motivo mi permetto di affermare che e’ impossibile che un prodotto fatto al 100% di purea dell’intero frutto Mangostano senza aggiunta di qualche altra frutta dolce o prodotto chimico o naturale edulcorante possa essere gustosamente ingerito.
    Quindi se il Mangosan che avete aperto ed assaggiato e’ dolce, e non metto indubbio quello che mi dite, le risposte sono 2 :
    1 – non e’ 100% Succo di Mangostano
    2 – e’ stata scoperta una nuova Garcinia Mangostana con il pericarpo dolciastro.
    Con rispetto, la mia opinione e’ che la risposta giusta sia la prima.

    Dopo di che viva la Natura che ci ha regalato questo bellissimo frutto, e avanti tutti insieme per promuoverlo e consumarlo, di qualunque marca sia, fa bene, fa bene e fa bene per tutto e per tutti, alla faccia delle case farmaceutiche, da quando in famiglia si consuma, l’armadietto dei medicinali e’ piu’ che dimezzato, premetto mia moglie e’ farmacista.
    Un saluto a tutti.

  15. Anonimo Rispondi

    Massimo, a grandi linee sono d’accordo con te. Il MLM non è il male del mondo, ma va usato bene e con trasparenza e molta gente ne esce perchè ne è esasperata.

    Sulla normativa anche a me era venuto lo stesso dubbio, cioè, è vero che non si prevede l’uso del pericarpo nella preparazione del succo di Mangostano, ma non lo si vieta, sono due cose ben distinte.

    Per il sapore del Mangostano, lo dice anche lei che la polpa è dolcissima mentre il pericarpo è molto acido, evidentemente nella formulazione Sangalli c’è molta più polpa rispetto al pericarpo (che comunque è presente, si vede ad occhio nudo). Il gusto è gradevole ma non dolcissimo come, che ne so, un’albicocca, ha comunque un retrogusto acidognolo e pastoso, ma ciò non inficia il sapore totale, come se fosse succo di pera, ma leggermente meno dolce, insomma, bisogna provarlo. Non metto quindi in dubbio la serietà dei laboratori Sangalli, che se scrivono in etichetta “Succo di Mangostano 100%” senza mettere negli ingredienti zuccheri, edulcoranti o altri succhi di frutta, significa che nella bottiglia c’è quello che c’è scritto, non vedo la ragione per la quale, se avessero voluto usare dei dolcificanti, non avrebbero dovuto scriverlo.

    Ed alla fine sono d’accordo sul fatto che il Mangostano è ottimo anche per la salute, lo prendo da 2 giorni ed è una fonte di energia ottima.

  16. Mauro Recchia Rispondi

    Massimo, a grandi linee sono d’accordo con te. Il MLM non è il male del mondo, ma va usato bene e con trasparenza e molta gente ne esce perchè ne è esasperata.

    Sulla normativa anche a me era venuto lo stesso dubbio, cioè, è vero che non si prevede l’uso del pericarpo nella preparazione del succo di Mangostano, ma non lo si vieta, sono due cose ben distinte.

    Per il sapore del Mangostano, lo dice anche lei che la polpa è dolcissima mentre il pericarpo è molto acido, evidentemente nella formulazione Sangalli c’è molta più polpa rispetto al pericarpo (che comunque è presente, si vede ad occhio nudo). Il gusto è gradevole ma non dolcissimo come, che ne so, un’albicocca, ha comunque un retrogusto acidognolo e pastoso, ma ciò non inficia il sapore totale, come se fosse succo di pera, ma leggermente meno dolce, insomma, bisogna provarlo. Non metto quindi in dubbio la serietà dei laboratori Sangalli, che se scrivono in etichetta “Succo di Mangostano 100%” senza mettere negli ingredienti zuccheri, edulcoranti o altri succhi di frutta, significa che nella bottiglia c’è quello che c’è scritto, non vedo la ragione per la quale, se avessero voluto usare dei dolcificanti, non avrebbero dovuto scriverlo.

    Ed alla fine sono d’accordo sul fatto che il Mangostano è ottimo anche per la salute, lo prendo da 2 giorni ed è una fonte di energia ottima.

  17. Masrabe Rispondi

    Grazie, di aver risposto e confermato in parte quello che sostenevo, ossia che il mangostano spremuto completo e’ impossibile berlo, ma lei ha chiaramente dato un’ottima spiegazione sul sapore dolce del succo della Sangalli, e’ composto in gran parte di polpa con all’interno parte del pericarpo. A questo non avevo pensato quando mi sono espresso dicendo che per poterlo addolcire le soluzioni era 2, altra frutta oppure dolcificanti.
    Quello che vorrei dire a tutti e’ di consumare il Succo di Mangostano, che vi aiuta a prevenire ogni tipo di patologia, essendo non solo il piu potente antiossidante ma anche un gran antinfiammatorio. Bere il succo del mangostano e’ come avere una polizza sulla salute.

  18. Masrabe Rispondi

    Grazie, di aver risposto e confermato in parte quello che sostenevo, ossia che il mangostano spremuto completo e’ impossibile berlo, ma lei ha chiaramente dato un’ottima spiegazione sul sapore dolce del succo della Sangalli, e’ composto in gran parte di polpa con all’interno parte del pericarpo. A questo non avevo pensato quando mi sono espresso dicendo che per poterlo addolcire le soluzioni era 2, altra frutta oppure dolcificanti.
    Quello che vorrei dire a tutti e’ di consumare il Succo di Mangostano, che vi aiuta a prevenire ogni tipo di patologia, essendo non solo il piu potente antiossidante ma anche un gran antinfiammatorio. Bere il succo del mangostano e’ come avere una polizza sulla salute.

  19. Gianni Rispondi

    Buonasera a tutti.
    Vedo tanto scritto, tutto mirato all’interesse personale e quindi per adeguarmi diro anche io la mia, ahah!

    La cosa che mi fa sorridere è il fatto che Mandura nella mischia è stato (alla chitichella) sottovalutato, chissà poi perchè?
    vi dico io il motivo:
    1) perchè arrivato da poco in Europa, quindi meno rumoroso
    2) perchè la strizza fa brutti scherzi, ah! ah!

    Per quelle che sono le mie informazioni, (frutto di ricerche ed analisi visibili in rete), Mandura possiede il prodotto più completo, almeno per quanto riguarda lo spettro di azione antiradicalica, basta informarsi bene, ovvero consultare i risultati delle analisi, e scoprirete che in tal senso alcuni dei citati sopra non valgono nemmeno il 30% di ciò vale Mandura, per non parlare poi del prezzo di acquisto e del costo per iscriversi,
    ma la cosa allucinante è che Mandura è l’unico Network dove realmente il consumatore ha la possibilità di guadagnare soldi, anzi Mandura stà realmente facendo guadagnare bei soldoni a molta gente e ve lo posso assicurare di persona dopo solo 4 mesi di attività.

    Conosco dei distributori della concorrenza ……., passati inevitabilmente in Mandura e mi fermo qui, magari qualcuno potrebbe anche dirmi il contrario, ma se onesto dubito lo faccia.

    Voglio precisare che il prodotto Mandura (Beverage) non si disgrega dopo 5 giorni dall’apertura della bottiglia, ma bensì regge fino a 40gg e non contiene conservanti come il metil-benzoato, ecc.. anzi,
    NON CONTIENE NESSUN CONSERVANTE perchè si avvale di un sistema di pastorizzazione molto ma molto tecnologico, esattamente come lo è la qualità della bottiglia in plastica, quest’ultima cosa ovviamente per abbattere soprattutto i costi di imballaggio e di trasporto (meno spreco in abbagli = più sostanza).

    Il Mandura NON è un prodotto ricostituito in acqua (da polvere), ma bensì di frutta fresca e congelata, in funzione dei vari approviggionamenti stagionali.

    La questione delle percentuali a mio avviso è una grandissima bufala, ciò che conta è la quantità e qualità del potere antiossidante, ovviamente questo a parità di peso, compreso di eventuale diluzione con acqua.

    Prendete 1oz. di Mandura e confrontatelo con 1oz. di qualsiasi altra marca e poi vi renderete conto che spesso le varie concentrazioni sono solo aria fritta da sbandierare ai 4 venti.

    cordialmente Gianni

  20. Gianni Rispondi

    Buonasera a tutti.
    Vedo tanto scritto, tutto mirato all’interesse personale e quindi per adeguarmi diro anche io la mia, ahah!

    La cosa che mi fa sorridere è il fatto che Mandura nella mischia è stato (alla chitichella) sottovalutato, chissà poi perchè?
    vi dico io il motivo:
    1) perchè arrivato da poco in Europa, quindi meno rumoroso
    2) perchè la strizza fa brutti scherzi, ah! ah!

    Per quelle che sono le mie informazioni, (frutto di ricerche ed analisi visibili in rete), Mandura possiede il prodotto più completo, almeno per quanto riguarda lo spettro di azione antiradicalica, basta informarsi bene, ovvero consultare i risultati delle analisi, e scoprirete che in tal senso alcuni dei citati sopra non valgono nemmeno il 30% di ciò vale Mandura, per non parlare poi del prezzo di acquisto e del costo per iscriversi,
    ma la cosa allucinante è che Mandura è l’unico Network dove realmente il consumatore ha la possibilità di guadagnare soldi, anzi Mandura stà realmente facendo guadagnare bei soldoni a molta gente e ve lo posso assicurare di persona dopo solo 4 mesi di attività.

    Conosco dei distributori della concorrenza ……., passati inevitabilmente in Mandura e mi fermo qui, magari qualcuno potrebbe anche dirmi il contrario, ma se onesto dubito lo faccia.

    Voglio precisare che il prodotto Mandura (Beverage) non si disgrega dopo 5 giorni dall’apertura della bottiglia, ma bensì regge fino a 40gg e non contiene conservanti come il metil-benzoato, ecc.. anzi,
    NON CONTIENE NESSUN CONSERVANTE perchè si avvale di un sistema di pastorizzazione molto ma molto tecnologico, esattamente come lo è la qualità della bottiglia in plastica, quest’ultima cosa ovviamente per abbattere soprattutto i costi di imballaggio e di trasporto (meno spreco in abbagli = più sostanza).

    Il Mandura NON è un prodotto ricostituito in acqua (da polvere), ma bensì di frutta fresca e congelata, in funzione dei vari approviggionamenti stagionali.

    La questione delle percentuali a mio avviso è una grandissima bufala, ciò che conta è la quantità e qualità del potere antiossidante, ovviamente questo a parità di peso, compreso di eventuale diluzione con acqua.

    Prendete 1oz. di Mandura e confrontatelo con 1oz. di qualsiasi altra marca e poi vi renderete conto che spesso le varie concentrazioni sono solo aria fritta da sbandierare ai 4 venti.

    cordialmente Gianni

  21. Mauro Recchia Rispondi

    Eccolo qui, alla fine un venditore MLM di Mangostano me lo aspettavo, ha approfittato per farsi un po’ di pubblicità.

    L’unica cosa su cui mi trovo d’accordo è che quello che conta è la qualità del potere antiossidante della bevanda, il resto, per l’appunto, è aria fritta.

    Non abbiamo parlato di Mandura semplicemente perchè se dovessimo parlare di tutti i prodotti a base di mangostano non finiamo più, e non è l’argomento dell’articolo.

    Comunque, da quello che ho visto, anche la bevanda Mandura non è 100% Mangostano ma è un mix fra Mangostano, Acai, Mirtillo e Durian, sicuramente ottimo, ma non è l’argomento che abbiamo trattato, qui si parla di mangostano al 100%.

    E qui non si parla di guadagnare “dei bei soldoni” con un prodotto, ma della salute delle persone.

    • Anonimo Rispondi

      appunto io parlavo per la salute delle persone se ti rivolvevi alla mia pubblicità……..

      io lo vendo per fare salute alle persone non per fare solo “soldi” come avete detto io lo propongo non per solo soldi ma per farlo conoscere alle persone questo ottimo prodotto
      cmq non è al 100% ma al 99% bhè mi sa che è l’unico che si avvicina sbaglio????

      dato che xango si compra solo con persone come me ho messo i miei contatti solo solamente per questo motivo
      cmq prima di parlare delle cose sarebbe opportuno che uno si documentasse prima di dire cose nn vere riguardo a questo prodotto nuovo dato che ho letto molte cose nn vere scritte qui

      ultima cosa io ne parlo in giro perchè io per prima ho avuto degli OTTIMI BENEFICI E NN SOLO IO

      • Mauro Recchia Rispondi

        Sono contento per i benefici che il Mangostano ti ha portato. Quali cose non vere avresti letto qui, me le puoi elencare?

        Hai detto: “cmq non è al 100% ma al 99% bhè mi sa che è l’unico che si avvicina sbaglio????” eh si… infatti il Mangosan è, per l’appunto, mangostano al 100%.

        Ma poi, scusa Gianni, io ho risposto ad un altro Gianni che mi parlava di Mandura e non di Xango, leggi bene prima di commentare….

  22. Mauro Recchia Rispondi

    Eccolo qui, alla fine un venditore MLM di Mangostano me lo aspettavo, ha approfittato per farsi un po’ di pubblicità.

    L’unica cosa su cui mi trovo d’accordo è che quello che conta è la qualità del potere antiossidante della bevanda, il resto, per l’appunto, è aria fritta.

    Non abbiamo parlato di Mandura semplicemente perchè se dovessimo parlare di tutti i prodotti a base di mangostano non finiamo più, e non è l’argomento dell’articolo.

    Comunque, da quello che ho visto, anche la bevanda Mandura non è 100% Mangostano ma è un mix fra Mangostano, Acai, Mirtillo e Durian, sicuramente ottimo, ma non è l’argomento che abbiamo trattato, qui si parla di mangostano al 100%.

    E qui non si parla di guadagnare “dei bei soldoni” con un prodotto, ma della salute delle persone.

    • Anonimo Rispondi

      appunto io parlavo per la salute delle persone se ti rivolvevi alla mia pubblicità……..

      io lo vendo per fare salute alle persone non per fare solo “soldi” come avete detto io lo propongo non per solo soldi ma per farlo conoscere alle persone questo ottimo prodotto
      cmq non è al 100% ma al 99% bhè mi sa che è l’unico che si avvicina sbaglio????

      dato che xango si compra solo con persone come me ho messo i miei contatti solo solamente per questo motivo
      cmq prima di parlare delle cose sarebbe opportuno che uno si documentasse prima di dire cose nn vere riguardo a questo prodotto nuovo dato che ho letto molte cose nn vere scritte qui

      ultima cosa io ne parlo in giro perchè io per prima ho avuto degli OTTIMI BENEFICI E NN SOLO IO

      • Mauro Recchia Rispondi

        Sono contento per i benefici che il Mangostano ti ha portato. Quali cose non vere avresti letto qui, me le puoi elencare?

        Hai detto: “cmq non è al 100% ma al 99% bhè mi sa che è l’unico che si avvicina sbaglio????” eh si… infatti il Mangosan è, per l’appunto, mangostano al 100%.

        Ma poi, scusa Gianni, io ho risposto ad un altro Gianni che mi parlava di Mandura e non di Xango, leggi bene prima di commentare….

  23. Lumachina58 Rispondi

    il solo succo ne contiene 24 di xantoni a bottiglia invece con la buccia ne contiene 43….do’ credito a Silvana perchè l’ho provato.

    • Mauro Recchia Rispondi

      No Lumachina, non è così. Se leggi tutta la discussione abbiamo detto che il succo MangoSan contiene sia la polpa che il pericarpo (o buccia), ma la miscela polpa-buccia è stata realizzata in modo da avere una percentuale di polpa maggiore rispetto alla buccia per non avere l’effetto “amaro” in bocca e non dover aggiungere altri succhi di frutta. Quindi il MangoSan ha sia polpa che una percentuale di buccia (e si vede anche ad occhio nudo). Ed in ogni caso, non è che solo provando un mangostano si sa quanti Xantoni ci sono, bisogna informarsi sulle analisi che la ditta fa sul prodotto.

  24. Anonimo Rispondi

    vi dico cosa ne penso io è da 4 mesi che lo prendo e a me ha dato benefici ora sono un distributore e posso dire che è un succo fantastico cmq di xantoni ne tene 43= 40 nella buccia e 3 nella polpa al suo interno
    per il diabete fa bene e a molte altre malattie ma ricordatevi tutti che è un succo ed è nato per fare prevenzione e nn per curare detto questo posso dire che ci sono ricerche scentifice che lo dimostrano potete vederlo su http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed?term=xanthones ci sono parecchie ricerche
    cmq se volete avere informazioni basta che andate su questi 2 siti
    http://www.mangostano.com/giannidiienno
    http://www.xango.it/giannidiienno

    SE VOLETE ESSERE A CONOSCENZA NN ESITATE A CONTATTARMI

    IL BENESSERE VIENE PRIMA DI TUTTO

    CIAO A TUTTI

  25. Anonimo Rispondi

    vi dico cosa ne penso io è da 4 mesi che lo prendo e a me ha dato benefici ora sono un distributore e posso dire che è un succo fantastico cmq di xantoni ne tene 43= 40 nella buccia e 3 nella polpa al suo interno
    per il diabete fa bene e a molte altre malattie ma ricordatevi tutti che è un succo ed è nato per fare prevenzione e nn per curare detto questo posso dire che ci sono ricerche scentifice che lo dimostrano potete vederlo su http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed?term=xanthones ci sono parecchie ricerche
    cmq se volete avere informazioni basta che andate su questi 2 siti
    http://www.mangostano.com/giannidiienno
    http://www.xango.it/giannidiienno

    SE VOLETE ESSERE A CONOSCENZA NN ESITATE A CONTATTARMI

    IL BENESSERE VIENE PRIMA DI TUTTO

    CIAO A TUTTI

  26. Anonimo Rispondi

    SCUSATE DIMENTICAVO DI DIRVI CHE IL SUCCO è FORMATO DAL 99% DI MANGOSTANO E IL MANCANTE 1% DI VARI SUCCHI COME LA FRAGOLA,MIRTILLO,PERA ECC ECC X FARLO PIù DOLCE DATO CHE LA BUCCIA è IMMANGIABILE DA SOLA

  27. Anonimo Rispondi

    io sono gianni82 e tu ti sbagli con gianni solo……….siamo 2 persone differenti io parla solo di mangostano o xango sono tutti e 2 la stessa cosa

    cmq ho letto che è stato detto che ci sono 50 xantoni nn mi pare vero xchè ne sono 43 come ho già detto in un’altra risposta

  28. Anonimo Rispondi

    io sono gianni82 e tu ti sbagli con gianni solo……….siamo 2 persone differenti io parla solo di mangostano o xango sono tutti e 2 la stessa cosa

    cmq ho letto che è stato detto che ci sono 50 xantoni nn mi pare vero xchè ne sono 43 come ho già detto in un’altra risposta

  29. Mauro Recchia Rispondi

    Appunto Gianni82, io rispondevo a Gianni e non a te.

    Qui si fa una questione di numero di Xantoni, chi dice di più, chi dice di meno, segno che non c’è una reale conta del numero esatto degli Xantoni e, sinceramente, poco importa. L’importante è che il Mangostano sia un valido rimedio per la salute, penso che almeno su questo tu sia d’accordo.

    • Anonimo Rispondi

      ” L’importante è che il Mangostano sia un valido rimedio per la salute, penso che almeno su questo tu sia d’accordo.”

      certamente che sono d’accordo in quello che hai detto tu…… io lo prendo perchè è un grande rimedio poi viene l’altra cosa “guadagno”

      ma sei registrato tu o sei solo uno che si informa o ne ha sentito parlare???

      • Mauro Recchia Rispondi

        Beh si, sai, passavo di qui e ho lasciato un commento… 😉

        Scherzi a parte Gianni82, io sono l’amministratore e colui che scrive gli articoli di questo blog.

  30. Mauro Recchia Rispondi

    Appunto Gianni82, io rispondevo a Gianni e non a te.

    Qui si fa una questione di numero di Xantoni, chi dice di più, chi dice di meno, segno che non c’è una reale conta del numero esatto degli Xantoni e, sinceramente, poco importa. L’importante è che il Mangostano sia un valido rimedio per la salute, penso che almeno su questo tu sia d’accordo.

    • Anonimo Rispondi

      ” L’importante è che il Mangostano sia un valido rimedio per la salute, penso che almeno su questo tu sia d’accordo.”

      certamente che sono d’accordo in quello che hai detto tu…… io lo prendo perchè è un grande rimedio poi viene l’altra cosa “guadagno”

      ma sei registrato tu o sei solo uno che si informa o ne ha sentito parlare???

      • Mauro Recchia Rispondi

        Beh si, sai, passavo di qui e ho lasciato un commento… 😉

        Scherzi a parte Gianni82, io sono l’amministratore e colui che scrive gli articoli di questo blog.

  31. Mauro Recchia Rispondi

    Gianni84, è evidente che non hai capito. L’articolo non parla nè di Xango, nè di Mandura nè di Vemma o altro, ma parliamo del mangostano al 100% ed in particolare del Mangosan. Come già ti dicevo, leggi bene prima di commentare. Ciao.

  32. Mauro Recchia Rispondi

    Gianni84, è evidente che non hai capito. L’articolo non parla nè di Xango, nè di Mandura nè di Vemma o altro, ma parliamo del mangostano al 100% ed in particolare del Mangosan. Come già ti dicevo, leggi bene prima di commentare. Ciao.

  33. Anonimo Rispondi

    ho capito!!!!!!!!!! ma siccome questa ditta XANGO quella che a me interessa ha preso tutto il frutto del mangostano e ha fatto un succo come sai e già hai detto un buon rimedio come già ho detto in precedenza

    adesso ho solo chiesto se tu lo prendevi o se ti interessava tutto qui

  34. Anonimo Rispondi

    ho capito!!!!!!!!!! ma siccome questa ditta XANGO quella che a me interessa ha preso tutto il frutto del mangostano e ha fatto un succo come sai e già hai detto un buon rimedio come già ho detto in precedenza

    adesso ho solo chiesto se tu lo prendevi o se ti interessava tutto qui

  35. Mauro Recchia Rispondi

    Non mi interessa minimamente di Xango, perchè dovrebbe quando ho il succo di Mangostano al 100% senza entrare per forza in un MLM? E comunque questa è una lista di discussioni per il Mangostano e non per Xango, penso che spazi per farti pubblicità gratuita ne dovrai trovare altri.

  36. Mauro Recchia Rispondi

    Non mi interessa minimamente di Xango, perchè dovrebbe quando ho il succo di Mangostano al 100% senza entrare per forza in un MLM? E comunque questa è una lista di discussioni per il Mangostano e non per Xango, penso che spazi per farti pubblicità gratuita ne dovrai trovare altri.

  37. Anonimo Rispondi

    nn era per farmi pubblicità e poi io nn la chiamerei così faccio solo conoscere questa fantastica ditta il prodotto che ha trovato

    il succo che ti prendi tu dove lo prendi????

  38. Anonimo Rispondi

    nn era per farmi pubblicità e poi io nn la chiamerei così faccio solo conoscere questa fantastica ditta il prodotto che ha trovato

    il succo che ti prendi tu dove lo prendi????

  39. Mauro Recchia Rispondi

    Gianni82, mi stai veramente simpatico, ma come ti ho detto, tu scrivi e non leggi… è scritto tutto nell’articolo, hai presente quella cosa che sta qui in alto? Leggila e scoprirai l’arcano 😉

  40. Mauro Recchia Rispondi

    Gianni82, mi stai veramente simpatico, ma come ti ho detto, tu scrivi e non leggi… è scritto tutto nell’articolo, hai presente quella cosa che sta qui in alto? Leggila e scoprirai l’arcano 😉

  41. Mario 60 Rispondi

    Sulle qualità del mangostano non si discute; vorrei invece porre l’attenzione sulla forma farmaceutica liquida (succo 100% o inferiore, purea di frutti); infatti qualsiasi succo di frutta naturale, senza conservanti dura pochissimo (e non 40 giorni) e purtroppo quello maggiormente utilizzato (vedi Xango, Forever Living, etc.) in quasi tutti i succhi di frutta è il benzoato di sodio (neurotossico e cancerogeno). Fate attenzione anche a queste piccole cose.
    Preferisco il liofilizzato in capsule o bustine standardizzato in xantoni.
    Tanti Saluti a tutti

    • Mauro Recchia Rispondi

      Hai ragione a dire che in quelli maggiormente utilizzati c’è il benzoato di sodio, ma non in quello della ditta Sangalli, altrimenti non avrebbe avuto problemi a scriverlo in etichetta. Il metodo di lavorazione del MangoSan è il noto “flash pasteurisation”, che rispetta al meglio tutti gli elementi nutrizionali ed i principi attivi, rendendoli pronti all’utilizzo senza aggiunta di additivi, nè conservanti, nè coloranti. Se poi tu preferisci quello in capsule, è una tua libera scelta. Un saluto a te.

  42. Maria Rispondi

    Ciao a tutti, vorrei indicare un sito indipendente che parla del mangostano :

    http://docmangostano.wordpress.com/

    secondo me potrebbe essere utile a leggere le proprietà specifiche del frutto in modo da capire le sue potenzialità senza essere travisati da un discorso commerciale.

    • Cristina Rispondi

      E’ davvero ben fatto quel sito! Ho scritto anche al dott Lombardi ed è molto competente e gentile!

  43. Zhukov Rispondi

    Scusate, ma stiamo parlando di un succo di frutta, non di un farmaco. La presenza nel mangostano (in dosi omeopatiche) di alcuni elementi chimici, lo rende del tutto simile ad altri frutti che hanno altri elementi chimici che sono benefici (ma non miracolosi). Non è che ci abbronziamo mangiando una carota al giorno, anche se contiene il carotene , che favorisce appunto l’abbronzatura. Per ottenere questo scopo in verità dovremmo mangiare 100 kg di carote al giorno. Non gridiamo ai miracoli, entusiasmandoci come bambini. Ma in Rete esistono tanti di quei prodotti dalle doti miracolose. Ma vi fidate? La garanzia chi ve la dà, il venditore? Grazie. Allora comprate il mio pesto alla genovese antitumorale al modico prezzo di 30 euros a vasetto. Garantisco io. Se volete l’avallo di un professore universitario, basta pagare e si trova. Dirà quel che gli chiederemo di dire e anche di più. Ma il punto è che per entrare nella rete di vendita , si paga e bisogna acquistare periodicamente un certo quantitativo di prodotto, che è molto costoso. Ma che lavoro è, dove si paga per lavorare? Ecco, l’unico miracolo a me sembra questo: il Miracolo econonomico. Se mi pagano, anch’io offro lavoro.

  44. Zhukov Rispondi

    Infine abbiamo gli “esperti” di medicina dell’ultima ora, che si piccano d’esser competenti fino ai minimi dettagli. Ma vi fidate? Stiamo parlando di persone comunissime che si mettono a vendere un certo prodotto commerciale. Ma voi mettete la vostra salute nelle mani di un ragioniere part-time? Accettate consigli su una cosa come la salute da parte di persone assolutamente non qualificate? Voi gli dite che soffrite d’ipertensione e lui vi assicura che il mangostano va bene. Certo, male non fa (come non fa male il succo d’ananas, che pure combatte l’ipertensione, ma in modo infinitesimale s’intende), ma il problema serio è che così si ritarda l’intervento del medico e questo si è pericoloso. Una persona di mia conoscenza ha avuto il coraggio di propormi il mangostano per una microlesione intestinale con piccola emorragia. Ripeto il concetto: ma voi vi fidate? L’acqua di rubinetto contiene spesso tracce di litio, che è anche un farmaco psicorilassante. Ma ci vogliono almeno 1.000.000 di litri d’acqua per avere l’equivalente di una sola capsuia industriale. Allora domani posso vendere la mia acqua, promettendo l’effetto tranquillante?

  45. Zhukov Rispondi

    Posto uno stralcio facilmente reperibile in Rete: ”
    Da parecchi anni è noto a tutti che il pomodoro può essere un rimedio naturale contro la formazione di tumori, grazie al potere di alcuni antiossidanti contenuti all’interno di questo ortaggio, in particolare per il cancro alla prostata. ”
    Avete capito? Accattateve la pummarola. Costa pure poco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *