Il Goji, bacche rosse per non invecchiare

L’ennesimo frutto miracoloso?

No, tranquilli. Ogni frutto, pianta o radice che sia ha le proprietà donatele da Madre natura e noi non siamo qui a dire che il Goji o meglio, le sue bacche rosse, siano la cura contro tutti i mali e che ci salverà dalle piaghe dell’Egitto, ma il fatto che sulla scala ORAC abbia registrato un valore di 30000, ci ha per lo meno incuriosito.

Ricordo che la scala ORAC misura la forza antiossidante di un frutto.

Per fare un paragone le arance ne contengono 1450 ed il melograno circa 10000.

Il Goji:

Pianta coltivata fra Himalaya e Tibet è da più di un millennio conosciuto dalla Medicina Tradizionale Cinese che lo considera un tonico dello yin.

Proprio i medici della Medicina Tradizionale Cinese ne prescrivono l’uso per rinforzare muscoli e ossa, per proteggere e migliorare le funzioni del fegato,dei reni e dei polmoni, per rigenerare l’essenza vitale (qi), per migliorare la funzione visiva. E con un valore così alto di ORAC è certo un ottimo rimedio antinvecchiamento.

Anche la moderna ricerca farmacologica dice la sua e ne conferma l’azione tonico-stimolante, evidenzia una spiccata attività di modulazione del sistema immunitario e grazie agli studi clinici condotti attribuisce agli estratti e al succo del frutto di questa pianta il ruolo di coadiuvanti nella chemioterapia antitumorale.

Ma cosa contengono queste bacche? (qui si va nel tecnico :))

Il frutto contiene numerosi amminoacidi essenziali (fino al 10% e oltre del proprio peso), criptoxantina, acido cinnami­co, beta-sitosterolo, acido melissico, acido glutammico, zea­xantina, betaina (fino all’1% e oltre del peso secco), fisalei­na, taurina, acido gamma-amminobutirrico, due cerebrosidi, numerose vitamine tra cui beta-carotene (provitamina A), tiamina (vitamina B1), riboflavina (vitamina B2), acido nico­tinico (vitamina B3), acido ascorbico (vitamina C) e diversi minerali in tracce.

È presente anche un olio essenziale composto da due se­squiterpeni e polisaccaridi dotati di attività immunomo­dulante, appartenenti alla classe dei proteoglicani. I semi contengono composti steroidei.

Per cosa fa bene?

I principi attivi contenuti nel frutto di questa specie sono dotati di attività antinfiammatoria, antipertensiva, antiossi­dante, antidegenerativa e antiproliferativa, coleretica, diure­tica, epatoprotettiva e immunomodulante.

L’attività antinfiammatoria e immunomodulante è stata dimo­strata nel trattamento della gastrite atrofica cronica, una gra­ve malattia infiammatoria di origine autoimmune. Uno studio clinico condotto su 20 pazienti affetti da tale patologia che hanno assunto 10 grammi di frutti essiccati per due volte al dì, per un periodo compreso tra i 2 e i 4 mesi, ha mostrato che in tutti i soggetti c’è stato un miglioramento della patolo­gia, che nel 75% dei casi è stato molto marcato.

Anche patologie dermatologiche come la psoriasi, possono trarre giovamento da questa specie. L’assunzione di un estratto del frutto a dosaggi di 50 mg per due volte al giorno, per 2 mesi consecutivi, ha portato un netto miglioramento in oltre il 70% dei cas durante uno studio clinico. Ri­sultati analoghi sono stati segnalati in caso di herpes zoster, eczema, neurodermatite e alopecia cicatriziale.

Nel soggetto anziano è utile per migliorare la sensazione di benessere, ottimizzare le facoltà cognitive e contrastare l’in­vecchiamento cellulare.

L’uso regolare aiuta a migliorare la vista, specialmente la ca­pacità di adattamento al buio, grazie al contenuto di carotene.

Nell’uso generale, le bacche ed il succo di Goji , che nel nostro shop potete trovare certificate biologiche cliccando QUI, possono essere consigliate a tutti, anche se in buono stato di salute, come tonico.

C’è qualcuno che lo conosce di già o lo ha già provato? Scrivici nei commenti o sulla nostra pagina Facebook

 

Articoli correlati

Commenti:

7 comments on “Il Goji, bacche rosse per non invecchiare”

  1. marisa Rispondi

    Sto usando da 10 giorni le bacche essiccate e trovo gia un gran beneficio,mi sento piu’ energica,meno stanca
     

  2. Giosby Rispondi

    Come si fa ad essere sicuri dell’attendibilità , comprando nel vostro shop? che garanzie date
    Grazie

  3. Victoria Correa Rispondi

    Io prendo questi semi già da un po di tempo e mi sento molto bene, dicevo che non so se è merito dei semi o sono io che curandomi di non prendere porcherie già sono predisposta a sentirmi bene. Cmq devo dire che funzionano.

  4. nicola Rispondi

    ho incominciato da circa 15 giorni ad assumere le bacche, attualmente stanno funzionando come diuretico facendomi abbassare la pressione.

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *