Il fluoro è veramente amico dei denti?

Chi si interessa di medicina alternativa da qualche anno conosce già tutti i libri e gli articoli che sono stati pubblicati sui pericoli ed i danni del contenuto nei dentifrici piuttosto che nelle pastiglie pediatriche. Ma ci siamo resi conto qualche giorno fa, dopo un articolo pubblicato in rete che è rimbalzato anche sui social media, che molte persone non sono ancora informate di come il fluoro, un elemento chimico tossico di scarto dell’industria bellica della seconda guerra mondiale, sia stato trasformato nell’amico che protegge dalla carie o che rinforza la crescita dei dentini da latte.

Oltre a guardare il video, vi lascio anche un libro per approfondire che si intitola “I pericoli del fluoro” dove sono pubblicate tesi scientifiche di correlazione fra l’abuso di fluoro e malattie come la fluorosi, la sindrome di Down, fragilità ossea e tumori.

Fino agli inizi degli anni 2000 era difficile trovare dentifrici senza fluoro anche in erboristeria ma negli ultimi anni, fortunatamente, molte aziende hanno cominciato a produrli ma attenzione!!!

Non fate l’errore di immaginare che sia solo nei dentifrici, ecco alcune possibili fonti:

  • chewingum
  • medicinali
  • fertilizzanti
  • bevande gassate (coca cola – pepsi etc…)
  • te in bottiglia o lattina
  • gatorade
  • bastoncini di pesce (meccanicamente disossati)
  • bastoncini di pollo (meccanicamente disossati)
  • alcuni vini
  • alcune birre
  • cibi cucinati in contenitori col fondo in teflon
  • alcuni sali da cucina fluorati
  • alcuni tipi di anestetici (Enflurane, Isoflurane & Sevoflurane)
  • sigarette

(da Fluoro? No grazie!)

E comunque sul nostro Shop, solo dentifrici SENZA FLUORO

 

Articoli correlati

Commenti:

13 comments on “Il fluoro è veramente amico dei denti?”

  1. renato Rispondi

    Di questo cara amica ne avevo parlato con il Dr Francesco Perugini Billi, vi palro del 2006.
    gli studi sugli effetti negativi del fluoro sulla salute dell’uomo. Nonostante tutto, molti pediatri e dentisti consigliano
    ancora in modo automatico e sistematico la fluoroprofilassi (compressine o gocce) per i bambini di pochi mesi.
    L’integrazione di fluoro non è solo inutile, ma può essere addirittura dannosa. I danni da fluoro non si manifestano solo a livello dei denti, ma anche delle ossa
    e di altri tessuti umani. Il fluoro ha effetti negativi anche sul sistema nervoso centrale e determina alterazioni comportamentali e deficit cognitivi. Studi scientifici dimostrerebbero che il fluoro può essere neurotossico anche per il feto a dosaggio considerati sicuri per la madre.
    Recenti studi epidemiologici mostrano come la fluorizzazione delle acque è chiaramente correlata all’aumento delle fratture dell’anca in persone ultrasessantenni e alla diminuzione del tasso di fertilità negli esseri umani. Il fluoro ha la capacità di inibire o alterare numerosi enzimi necessari al normale funzionamento del nostro organismo:
    metabolismo, crescita e regolazione cellulare.

  2. Deborah & Mauro Rispondi

    @renato: grazie per il commento, hai fatto un ottimo riassunto di quanto scritto nei vari libri che parlano del fluoro. Noi conosciamo questi contenuti sin dal 2003 quando i primi libri ed i primi siti di info alternativa cominciavano a circolare. Ma ci siamo accorti che anche nel 2010 molta gente ancora non ne è a conoscenza.

  3. Giorgio Alessandrini Rispondi

    Ho 45 anni, mi ricordo che alle elementari, a scopo preventivo, ci fecero un’applicazione di fluoro che avrebbe dovuto prevenire la carie. I miei problemi di denti cominciarono di li a poco. Qualcun altro ha avuto questa esperienza? Qualcuno si ricorda di queste pseudo ambulanze che giravano per le scuole in quegli anni? Oggi mi chiedo chi ci guadagnò.

  4. Francesco Cagnetta Rispondi

    E nella lista manca l’acqua in bottiglia! Non tutte le marche ne contengono, almeno stando all’etichetta. Gaudianello non ne ha ad esempio (sempre stando all’etichetta).

    Più fluoro -> più passivi mentalmente e deboli fisicamente (noi) -> più facile governarci (per loro).

  5. Francesco Cagnetta Rispondi

    Le vaccinazioni e i conseguenti richiami a scuola li ho fatti anch’io ed ho 22 anni, le cose non erano molto diverse vedo..Quali vaccini vi costringevano a fare allora?

  6. alessandra Rispondi

    il fluoro se assunto in quantità pari a 1ppm non causa danni alle strutture dure del corpo, questa è la conclusione a cui sono giunti i ricercatori citati nel video. Il problema è che in molti paesi questo dosaggio è ampiamente superato. Da qui la scelta di alcuni paesi ad eliminarlo da presidi molto comuni. Personalmente informo e consiglio presidi non fluorati. Alessandra, igienista dentale

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *