Fiori di Bach – Agrimony

“Per le persone allegre, gioviali e di buon umore, che amano la pace e si affliggono per le discussioni o i litigi e per evitarli acconsentono a rinunciare a molte cose.

Anche se generalmente hanno problemi e sono tormentati, preoccupati o inquieti nella mente o nel corpo, nascondono le loro preoccupazioni dietro il buonumore o le battute.

Sono considerati degli ottimi amici da frequentare. Spesso assumono alcool o droghe per stimolarsi a sopportare i loro dolori.”

Edward Bach

Nella descrizione delle persone che traggono vantaggio dall’assunzione del Fiore Agrimony, il dottor Bach è stato molto conciso ma anche estremamente chiaro. Chi di noi non conosce o non annovera nella propria cerchia di amicizie una persona sempre pronta allo scherzo ed alla battuta? Il compagnone che risolleva l’esito di tutte le feste con i suoi modi divertenti e allegri? Provate a chiedere a questa persona: “come stai?” o cercate di farla parlare di un suo problema. Sarà pressoché impossibile riuscirci! Sicuramente farà in modo di evitare la domanda e, se costretto, risponderà minimizzando con un battuta o raccontando solo questioni superficiali e di poco conto.

La persona Agrimony (intendendo in questo modo chi ha le caratteristiche che il Fiore aiuta a riequilibrare) non riesce e non vuole vedere il negativo, i problemi e le disarmonie che spesso fanno parte della vita.

La fuga con il sorriso è il suo modo per affrontare quello che non va ed i suoi tentativi di rendere tutto positivo sono espedienti per nascondere con la battuta ed il sorriso i suoi malesseri.

Chi ha bisogno di questo Fiore è una persona estremamente sensibile, tormentata da ansie e timori che non esprime e soffre molto i litigi a tal punto da fare qualsiasi cosa pur di evitarli, persino cedere dalle sue posizioni o sottomettersi a quelle di qualcun altro.

Il fatto che paure, problemi, ansie e preoccupazioni non vengano affrontate non significa che spariscano, anzi! Tutto quello che cerchiamo di evitare e rimuovere torna inevitabilmente a galla e spinge per vedere la luce.

Per evitare questo incontro con la sua ombra la persona Agrimony ricorre a molti espedienti: qualcuno eccederà nel mangiare (vedi Fiori di Bach per l’Anima che vuole dimagrire) o nel bere, molti si mangeranno le unghie o digrigneranno i denti nel sonno, ci sarà chi ricorrerà a droghe per non sentire l’ansia crescere, chi ad amicizie forzate, al sesso o al gioco o chi tenterà di calmare le preoccupazioni inespresse con uno shopping compulsivo.

Nel mio libro Dove i Fiori parlano – i Fiori di Bach si raccontano

Ho raccontato la storia di un artista di strada, un uomo capace di far ridere tutti col suo sorriso ma incapace di parlare e di piangere finché non incontrerà il Fiore Agrimony perché la metafora della maschera e del pagliaccio sono potenti catalizzatori del nostro inconscio per capire e soprattutto sentire il campo d’azione di questo Fiore, utilissimo in una società dove il sorriso senza ombre, la bellezza forzatamente sempre giovane sono chiari indici di una tendenza a voler nascondere e non accettare l’ombra che per sua natura è insita nella luce.

In fine mi piace ricordare il pensiero del padre di questa medicina dolce convinto che le persone bisognose di questo Fiore fossero venute sulla Terra per apprendere la lezione della pace, quella che si prova quando si smette di fuggire da se stessi.

 

Articoli correlati

Commenti:

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *