Miele di Manuka, combatte i batteri resistenti agli antibiotici?

Un’altra vittoria a favore del miele di Manuka sta rimbalzando prepotentemente in tutto il web in questi giorni.

La notizia ufficiale è del 13 di aprile, quando la professoressa Rose Cooper dell’Università di Cardiff in Galles ha tenuto una conferenza di Microbiologia presentando l’ultima ricerca secondo la quale il miele di Manuka, oltre ad inibire l’ingresso dei microrganismi nella cellula, impedisce ai batteri di essere antibiotico-resistenti impedendo loro di formare il biofilm che li rende sempre più resistenti agli antibiotici.

I batteri studiati sono Pseudomonas aeruginosa, Streptococco A e Mrsa e nel caso di quest’ultimo (resistente alla meticillina), ad esempio, l’aggiunta del miele lo rende vulnerabile all’oxacillina, un altro farmaco comune.

Questo vuol dire che gli antibiotici esistenti possono essere resi più efficaci – hanno spiegato gli autori – se usati insieme al miele, soprattutto nel trattamento delle ferite”.

Chi ci segue da tempo sa che questo prodotto unico, se assunto nella sua forma più potente, può addirittura sorpassare gli antibiotici tradizionali, ma, come si dice, “l’unione fa la forza” e se il vostro medico vi prescrive un antibiotico – e mi raccomando di seguire SEMPRE il parere del medico – allora accompagnatelo con il miele di Manuka per un effetto più efficace.

L’articolo, per chi mastica l’Inglese ed i termini scientifici, è scaricabile da qui.

 

Articoli correlati

Commenti:

6 comments on “Miele di Manuka, combatte i batteri resistenti agli antibiotici?”

  1. Raffaele Rispondi

    Gent/mi Deborah e Mauro, riguardo al miele di Manuka come ho avuto modo di dirvi in passato, ho avuto modo di conoscerlo in Australia e, gli stessi Australiani rosicano un pò perchè, chiaramente, non è il loro prodotto, ma dei loro cugini neozelandesi. Comunque io vorrei acquistarlo da voi, se mi fate sapere qualcosa al riguardo. A voi giungano i più sentiti Auguri di Buona Pasqua e felicità da Raffaele. Ciao

    • Mauro Recchia Rispondi

      Caro Raffaele, ha solo l’imbarazzo della scelta fra i numerosi articoli su questo blog, ebook gratuito sul miele di Manuka, video. A presto dunque.

  2. elena Rispondi

    Per favore, a scopo di prevenzione quanto deve essere somministrato al giorno e di che tipo 100 400 o 550. Grazie delle spiegazioni che date

      • Luca Rispondi

        Scusatemi, ma non sono riuscito a trovare sul sito il punto in cui dice di dare 1 cucchiaino prima dei pasti, 3 volte al dì di MGO100.

        Ma questo significa che non è necessario comperare un miele con MGO 400 o 550?

        Grazie

        Luca

        • Mauro Recchia Rispondi

          Ciao Luca. Le indicazioni d’uso di tutti i prodotti sono scritte nelle schede prodotto nello shop.

          Le varie gradazioni di MGO sono da considerare in base all’uso che uno ne vuole fare, generalmente il MGO100 è come prevenzione, mentre gli altri 2 sono più forti a livello antibatterico.

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *