Argento Colloidale, un prodotto indispensabile

argento colloidaleL’ Argento Colloidale è conosciuto da tempo per le sue speciali proprietà.

Argento Colloidale, un prodotto speciale

La ricerca biomedica ha dimostrato che nessun batterio, virus o fungo riesce a vivere più di qualche minuto in presenza di argento metallico. E’ stato comprovato che l’argento è in grado di eliminare circa 650 organismi patogeni.

Il ricercatore biomedico Robert O.Becker dell’università di Syracuse, ha dichiarato che “l’argento stimola profondamente la guarigione della pelle e di altri tessuti soffici, in un modo diverso da ogni processo naturale conoscuito e uccide le più pericolose infezioni di tutti i tipi.”

Ed è per questo che la Flowers of Life, ditta Italiana, produce l’ Argento Colloidale in concentrazioni fino a 40 ppm, secondo il metodo di Robert O. Becker , con acqua piovana bidistillata ed argento purissimo e che garantisce la massima qualità del prodotto finale.

L’Argento Colloidale deve comunque essere usato solamente in caso di necessità e mai come trattamento preventivo o comunque continuo.

Nello shop, oltre all’argento colloidale in gocce, abbiamo voluto aggiungere anche gli spray per il naso, pelle e gola.

La linea completa si trova cliccando QUI

Articoli correlati

116
Commenti:

19 comments on “Argento Colloidale, un prodotto indispensabile”

  1. francesco c Rispondi

    Ciao scusate, ma poi ad es. se utilizzato per via orale non rimangono nell’organismo particelle di argento non smaltibili che andranno a depositarsi da qualche parte formando (alla lunga e con chissà cos’altro) tumori?

    • Mauro Recchia Rispondi

      Ciao Francesco. L’argento, così come l’oro, sono metalli nobili e ad uso alimentare se usati purissimi. Nel colloide, le particelle di argento hanno la grandezza pari a 2000 volte più piccola di un batterio e 40 volte più piccola di un globulo rosso.

      Sulla confezione dell’argento che abbiamo noi (lo puoi vedere anche in foto) c’è scritto “Oligo particella di argento in acqua” quindi, trattandosi di un oligoelemento, agisce solo se necessario e poi viene tranquillamente smaltito dall’organismo.

      Comunque farò intervenire il naturopata che si occupa della produzione del prodotto in modo da dare una risposta più esauriente.

    • Fabrizio Rispondi

      No, perchè quello prodotto con il ns. sistema (robert O’Becher ) rimane in sospensione nell’acqua e poi nel ns sangue. Si pensi che  un globulo rosso è pari a 100 volte una particella di argento. La particella di argento posizionata vicino al globulo rosso impedisce a questo  ultimo di cedere ossigeno ai virus o batteri che attaccano il ns. organismo. E’ efficace solo per i batteri esterni, non per quelli che fanno parte integrante del ns. organismo. 

  2. Bianchi Adriano Rispondi

    Buona giornata,
    Non tutte le fonti sono d’accordo sull’utilizzo dell’Ag e sulla sua sicurezza. Impiegato dagli anni 40, sia per via topica che come antisettico sistemico, ora non ha più alcun ruolo in medicina ed è riapparso come integratore nutrizionale negli anni 90. Nella II edizione del PDR for Nutritional Supplements statunitense, ora presente anche nella traduzione italiana edita nel 2010, è uno dei rari integratori di cui se ne sconsiglia l’uso: “L’argento colloidale non possiede alcuna indicazione come injtegr. alimentare. Nel 1999, la Food and Drug Adm. ha stabilito che tutti i prodotti in libera vendita a base di argento colloidale o sali di argento, per uso interno od esterno, non sono né efficaci né sicuri. FDA ha dichiarato di non essere a conoscenza di studi scientifici a supporto dell’uso di argento colloidale o di sali d’argento per numerose malattie o condizioni”. Segue il sommario delle ricerche, le controindicazioni, le precauzioni e gli effetti indesiderati: “Controindicazioni – L’argento colloidale è controindicato in qualunque soggetto”. “Effetti indesiderati – L’uso prolungato di argento colloidale può causare argiria, una condizione in cui il corpo, ma anche labbra, gote e gengive, assumono una colorazione blu-grigiastra, specialmente quelle parti esposte alla luce del sole. L’argiria è permanente ed irreversibile”. Segue una bella bibliografia di articoli apparsi su diverse riviste scientifiche.
    Vorrei sapere le Vostre opinioni al riguardo. Grazie!
    Adriano

      • Adriano Rispondi

        Direttamente da “PDR integratori nutrizionali” CEC Editore srl Milano, 2010 – Traduzione della II Edizione americana del “Physicians’ Desk Reference for Nutritiopnal Supplements” a pagina 66
        Adriano

        • Mauro Recchia Rispondi

          Bene, grazie. Da quello che noi conosciamo, l’argento colloidale ionico, come quello in figura, non provoca l’argiria, che sarebbe poi la malattia che fa diventare il sangue blu, mentre questa è provocata dall’argento colloidale proteinato o vitellinato, che infatti è stato tolto dal mercato. Per avere lo stesso effetto con l’argento colloidale ionico (o ACI), bisognerebbe berne a litri tutti i giorni, mentre qui si parla di gocce. Tutte le testimonianze che anche sul web si leggono di persone intossicate dall’argento colloidale, è perchè alla fine avevano assunto o quello proteinato, oppure se lo sono fatti in casa lasciando il colloide a formarsi per delle ore ed arrivando ad una quantità di argento in ppm assurda.

    • Fabrizio Rispondi

      Le tue informazioni sono esatte, solo per quanto riguarda un argento prodotto con la sola purezza del 750/1000, utilizzando acqua di rubinetto ricca di sali minerali, altre sostanze, impurità e cloro. E chiaro che i sali dell’acqua e quelli che portano a 1000 la composizione dell’argento si compongono in modo non controllabile. Per cui per avere un ottimo prodotto dobbiamo partire da delle materie prime pure:
      acqua bidistillata ( che non contiene sali minerali )
      argento puro al 999/1000.
      Questo prodotto non è tossico e non ha alcun tipo di controindicazione, se utilizzato nei modi indicati.

  3. Mario Rispondi

    Buonasera,ho comprato il flacone contagocce ma non ho trovato la posologia e la durata del trattamento.mi potete aiutare? Grazie.

  4. Fondisco0044 Rispondi

    Questo signore ha fatto uso per anni di Argento Colloidale ed è diventato così.
    http://www.youtube.com/watch?v=Sa2OpNTX9Ck&feature=player_embedded
    E poi mi chiedevo perchè se questo Argento Colloidale da così tanti benefici non viene consigliato da nessun medico? E perchè in Farmacia non sanno neanche di che si tratta?
    E poi leggetevi questo articolo….. http://canali.kataweb.it/kataweb-consumi/2010/08/18/quanti-effetti-collaterali-in-quelle-aggiuntine-attenti-a-quei-dodici-integratori-troppo-amati/
    Secondo trafiletto. 

    • Mauro Recchia Rispondi

      Salve. Grazie per il video che ci hai segnalato che, proprio ieri sera è stato fatto vedere nel programma “Mistero”, noto al pubblico come una trasmissione di divulgazione scientifica….

      Ebbene, è una fortuna che questi video girino per il web perchè è proprio il modo più sbagliato di usare l’argento. Infatti il video è in Inglese, ma ieri sera è stato tradotto in Italiano e dice chiaramente che l’uomo ha fatto uso MASSICCIO per anni di argento colloidale preparato con un apparecchio casalingo, oltre ad aver assunto polvere di argento ed anche altre cose (e, a detta sua, non ha alcuna intenzione di smettere).

      Questi video fanno passare volontariamente il messaggio che prendendo l’argento colloidale si diventa blu, ma bisogna ascoltare bene tutto quello che il video dice, prima di farsi prendere dal panico. Questo signore avrà bevuto litri di argento al giorno per anni, mentre l’assunzione corretta è a gocce e con un prodotto preparato in modo corretto e non in casa.

      Per il resto, leggi pure i commenti che già sono stati fatti qui sopra anche con l’intervento da parte del produttore.

      Per quanto riguarda i farmacisti, posso dirti che in una città come Milano ci sono farmacie che non conoscono neanche il miele di Manuka, figuriamoci l’argento colloidale.

      A presto

  5. Paolo Rispondi

    Ho letto questo in un sio:
    Soluzioni di Argento Ionico e VERO Argento Colloidale. La maggioranza di prodotti etichettati e venduti come “Argento Colloidale” sono Argento ionico. In genere in queste soluzioni si trovano il 90% di ioni di argento e solamente il 10% di particelle di Argento e specifichiamo che sono le particelle di argento a determinare l’efficacia.

    Dal momento che la maggiorparte del contenuto di argento di questi prodotti è rappresentato da ioni di argento (90% circa) piuttosto che particelle sarebbe decisamente e tecnicamente più corretto  e giusto chiamare questi prodotti “soluzioni di argento”, nel senso che si tratta di ioni dispersi in acqua purissima. Gli ioni di argento non sono particelle di argento metallico.

    Nel VERO Argento Colloidale (True Silver Colloidal) la maggior parte di contenuto è in forma di particelle di argento. in genere devono contenere almeno più del 50 % di particelle di argento, per essere considerati tali . In media in un range dal 50 al 80 %. La restante parte percentuale (inferiore) sono ioni di argento.

    Le due principali caratteristiche per determinare i veri “colloidi” sono:

    – La percentuale di particelle di argento;
    – La superficie delle particelle.
    Chiedo a Mauro un parere. Grazie

  6. Mauro Recchia Rispondi

    Dunque, dall’alto della mia ignoranza di NON chimico, ti dico che ho sempre saputo l’opposto e cioè che l’argento che può essere assunto per via orale senza alcuna controindicazione è proprio quello colloidale ionico, detto anche ACI (Argento Colloidale Ionico), ma contatterò il nostro amico Fabrizio per darci ulteriori delucidazioni. Comunque per amor di conoscenza, potresti linkarci il sito che hai visitato? Grazie.

      • Fabrizio Rispondi

        Si è vero quello che è sritto sui siti indicati da Paolo. Le persone che danno determinate opinioni non vanno a fondo nel problema, perchè per produrre l’argento Ionico o Argento Colloidale ci sono moltissimi procedimenti. L’unico processo di produzione che garantisce la piena qualità e purezza dell’Argento Colloidale o Argento Ionico ++ è quello messo a punto dal dott. Robert O’Becker. E’ vero che nell’Argento Colloidale, Ioni di Argento ++, questi ioni si possono agregare, ma non formano delle massse di argento formano degli agregati di ioni di ARGENTO ++ CHE PER UNA LEGGE FISICA SI ATTRAGGONO E SI agregano, quando agiti l’argento questi si disagregano subito e vanno in sospensione. Per riconoscere un vero Argento Collloidale ottimo da uno più scadente basta agitare la Bottiglietta e vedere se le particelle entrano in sospensione e si disagregano. Quando non succede questo si consiglia di cambiare fornitore di Argento Collidale.

  7. Pierax58 Rispondi

    vorrei incominciare ad usare l’argento colloidale….spero che quello che acquisterò da voi sia veramente quello buono e puro !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *